Il Circolo Culturale Astrofili Trieste presenta:

"I VULCANI DI IO, SATELLITE INFERNALE DI GIOVE"

Il vulcanismo su Io si esprime attraverso l'emissione di flussi di lava e pennacchi di zolfo e anidride solforosa che si alzano per centinaia di chilometri dai crateri vulcanici che costellano la superficie del satellite. Scoperta nel 1979 grazie alle immagini riprese dalla sonda Voyager 1, l'attività vulcanica di Io è stata studiata tramite diverse sonde spaziali con osservazioni condotte da terra, che hanno permesso di individuare più di 150 vulcani attivi; secondo alcune stime, il numero complessivo dei vulcani possa ammontare a circa 400. La causa del calore interno che alimenta il vulcanismo di Io va ricercata negli effetti mareali prodotti dalla sua eccentricità orbitale: infatti, l'eccentricità dell'orbita di Io causa una leggera differenza nella forza di attrazione gravitazionale esercitata da Giove tra il punto più vicino e il punto più lontano dell'orbita, e questo provoca un rigonfiamento crostale variabile che determina l'insorgere di forze di attrito che alla fine provocano il riscaldamento interno.

Sui tali meccanismi e sulle manifestazioni vulcaniche rilevate relazionerà Giovanni Chelleri, socio del Circolo Culturale Astrofili Trieste esperto in planetologia, nella conferenza dal titolo "I VULCANI DI IO, SATELLITE INFERNALE DI GIOVE" che si terrà Lunedì 11 Dicembre 2017, con inizio alle ore 18:30 presso la sala "Centro Natura", sita nel comprensorio scout "Alpe Adria", Loc. Campo Sacro, 381 Prosecco-Trieste (Bus 44 Trieste Trasporti).

COSTO INGRESSO NON SOCI CCAT: € 5,00

Per informazioni sulle attività del Circolo:

www.astrofilitrieste.it
https://www.facebook.com/astrofilitrieste/

Segreteria:

info@astrofilitrieste.it

Il Circolo Culturale Astrofili di Trieste, assieme al Museo Civico di Storia Naturale di Trieste, presenta:

"UOMINI E ASTRONAVI PER LA CONQUISTA DELLA LUNA"

La relativa vicinanza della Luna alla Terra ne ha reso possibile l’esplorazione diretta, anche perché la sua "conquista" è stata l’oggetto di una gara in cui era in gioco il prestigio degli Stati Uniti e dell’URSS. L’esplorazione lunare, che si è svolta negli anni Sessanta e Settanta, ha seguito due direttrici. L'URSS ha preferito usare sonde automatiche e ha fatto scendere sulla superficie lunare le sonde Luna 16, 17, 20 e 22 che hanno raccolto campioni di suolo lunare e li hanno riportati sulla Terra. Gli Stati Uniti hanno invece realizzato un programma più ambizioso, che prevedeva lo sbarco sulla Luna di navicelle spaziali (Apollo) con equipaggio umano: gli uomini disponevano delle attrezzature per l’esplorazione diretta della superficie lunare e per il prelievo di campioni di suolo che sono poi stati portati sulla Terra. Queste missioni raggiungono il loro culmine con l'Apollo 11, quando l'astronave portò i primi uomini sulla Luna. Di recente, una società privata americana ha ottenuto dalla Federal Aviation Administration il benestare per l'invio di una sonda sulla Luna; così a fine 2017, a quasi 50 anni dall'impresa dell'Apollo 11, gli Stati Uniti vedranno di nuovo la loro bandiera “sventolare” sulla Luna, dando nuovamente il via alla conquista del nostro satellite naturale.


Sugli sforzi congiunti di tecnici ed astronauti e sulle tecniche adottate per la corsa alla Luna relazionerà Giovanni Chelleri, socio del Circolo Culturale Astrofili Trieste esperto in Astronautica, nella conferenza di Sabato 9 Dicembre 2017 dal titolo "UOMINI E ASTRONAVI PER LA CONQUISTA DELLA LUNA".

L'incontro, con inizio alle ore 15:00, è il secondo appuntamento di "VIAGGIO NEL COSMO 2", ciclo di conferenze didattiche a cadenza mensile dedicate al mondo del'Astronomia organizzate dal Museo Civico di Storia Naturale in collaborazione con il Circolo Culturale Astrofili Trieste, tenuti presso l'elegante Sala Incontri del Museo Civico di Storia Naturale di Trieste in Via dei Tominz, 4 (Bus Trieste Trasporti 11, 18, 22).

 

INGRESSO GRATUITO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

 

Per informazioni sulle attività del Circolo:

www.astrofilitrieste.it
https://www.facebook.com/astrofilitrieste/

Segreteria:

info@astrofilitrieste.it

 

 

Il Circolo Culturale Astrofili Trieste presenta:

"I BUCHI NERI PRIMORDIALI"

COSTO INGRESSO NON SOCI CCAT: € 5,00

Per informazioni sulle attività del Circolo:

www.astrofilitrieste.it
https://www.facebook.com/astrofilitrieste/

Segreteria:

info@astrofilitrieste.it

Programma appuntamenti didattici DICEMBRE 2017:

Il Circolo Culturale Astrofili Trieste presenta:

"I RAGGI COSMICI"

COSTO INGRESSO NON SOCI CCAT: € 5,00

Per informazioni sulle attività del Circolo:

www.astrofilitrieste.it
https://www.facebook.com/astrofilitrieste/

Segreteria:

info@astrofilitrieste.it

Il Circolo Culturale Astrofili Trieste presenta:

"IL TRIPLETTO ENERGETICO DI NGC4993: KILONOVAE, ONDE GRAVITAZIONALI E GAMMA RAY BURST"

E' di recente divulgazione la scoperta realizzata dai telescopi ESO in Cile circa la controparte ottica di una sorgente d’onda gravitazionale, quest'ultima il quinto risultato della collaborazione degli esperimenti LIGO e Virgo. Si tratta di osservazioni estremamente importanti in quanto la sorgente, situata nella galassia NGC4933, è con ogni probabilità il risultato della fusione di due stelle di neutroni, raro evento noto come "kilonova" e da tempo prevista, che porta anche alla creazione di alcuni elementi pesanti come oro e platino. La rilevazione di un raro lampo gamma associato proprio alla sorgente ed apparso solo qualche istante dopo l'arrivo delle onde gravitazionali completa, infine, il trittico di scoperte che confermano eventi fin’ora solo teorizzati.

Su quanto oggi noto circa tali fenomeni inerenti l'astrofisica delle alte energie relazionerà Stefano Schirinzi, Presidente del Circolo Culturale Astrofili Trieste, nella conferenza dal titolo "IL TRIPLETTO ENERGETICO DI NGC4993: KILONOVAE, ONDE GRAVITAZIONALI E E GAMMA RAY BURST" che si terrà Lunedì 20 Novembre 2017, con inizio alle ore 18:30 presso la sala "Centro Natura", sita nel comprensorio scout "Alpe Adria", Loc. Campo Sacro, 381 Prosecco-Trieste (Bus 44 Trieste Trasporti).

COSTO INGRESSO NON SOCI CCAT: € 5,00

Per informazioni sulle attività del Circolo:

www.astrofilitrieste.it
https://www.facebook.com/astrofilitrieste/

Segreteria:

info@astrofilitrieste.it

Il Circolo Culturale Astrofili Trieste presenta:

"REALTA' ED IMPLICAZIONI DEL FENOMENO UFO: GLI INCONTRI RAVVICINATI DEL 3° TIPO"

Nella casistica ufologica, numerosi sono ad oggi i resoconti - alcuni tra i quali di notevole veridicità ed importanza - forniti da testimoni attendibili sui cosiddetti "incontri ravvvicinati del 3° tipo", eventi nei quali una persona testimonia di essere venuta in contatto non solo con un oggetto volante non identificato (UFO) ma addirittura con esseri viventi ad questo collegati: in altre parole con probabili piloti interstellari di origine aliena. La terminologia e il sistema di classificazione degli avvistamenti di UFO furono inaugurati dall'astrofisico e ricercatore ufologico J.A.Hynek, che li suggerì per la prima volta nel suo libro del 1972 "The UFO Experience: A Scientific Inquiry".

Sui casi resi famosi per lo loro fondatezza e sulle problematiche che tale fenomeno, fosse un giorno confermato, potrebbe avere sulla civiltà umana relazionerà Paolo Nordio, socio del Circolo Culturale Astrofili Trieste ed ufologo indipendente, nella conferenza dal titolo "REALTA' ED IMPLICAZIONI DEL FENOMENO UFO: GLI INCONTRI RAVVICINATI DEL 3° TIPO" che si terrà Lunedì 13 Novembre 2017, con inizio alle ore 18:30 presso la sala "Centro Natura", sita nel comprensorio scout "Alpe Adria", Loc. Campo Sacro, 381 Prosecco-Trieste (Bus 44 Trieste Trasporti).

 

COSTO INGRESSO NON SOCI CCAT: € 5,00

Per informazioni sulle attività del Circolo:

www.astrofilitrieste.it
https://www.facebook.com/astrofilitrieste/

Segreteria:

info@astrofilitrieste.it

Il Circolo Culturale Astrofili di Trieste, assieme al Museo Civico di Storia Naturale di Trieste, presenta:

Scoperta nel 2013 2013 a seguito di studi sui dati ottenuti dal telescopio spaziale Kepler della Nasa, la stella KIC 8462852, soprannominata "Tabby Star", esibisce strane variazioni nella sua luminosità apparente che sono un vero mistero; ipotesi avanzate circa la presenza di comete o pianeti in formazione attorno ad essa non convincono infatti sufficentemente la comunità scientifa, al punto che la stessa - caso unico e primo nella storia - ha formulato ipotesi addirittura inerenti la presenza di civiltà aliene.


Su quanto finora osservato e sulle ipotesi proposte dagli scienziati relazionerà il Prof. Fulvio Mancinelli, socio del Circolo Culturale Astrofili Trieste esperto in fisica dello spazio, nella conferenza di domani Sabato 11 Novembre 2017 dal titolo "TABBY STAR:IL MISTERO DI UNA STELLA ALIENA".
L'incontro, con inizio alle ore 15:00, segna la partenza di "VIAGGIO NEL COSMO 2", ciclo di appuntamenti didattici a cadenza mensile organizzati dal Museo Civico di Storia Naturale in collaborazione con il Circolo Culturale Astrofili Trieste, tenuti presso l'elegante Sala Incontri del Museo Civico di Storia Naturale di Trieste in Via dei Tominz, 4 (Bus Trieste Trasporti 11, 18, 22).

 

INGRESSO GRATUITO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

 

Per informazioni sulle attività del Circolo:

www.astrofilitrieste.it
www.facebook.com/astrofilitrieste/

Segreteria:

info@astrofilitrieste.it

Il Circolo Culturale Astrofili Trieste presenta:

"...FORSE SONO LI..."

Secondo una recente ricerca, il pianeta extrasolare in orbita attorno alla stella più vicina, Proxima Centauri, è situato proprio ad una distanza da questa compatibile con la presenza di acqua liquida alla superficie: perciò, potrebbe ospitare anche la vita. Studi condotti su tale oggetto, suggeriscono per Proxima B - questo il suo nome - due scenari contrapposti: quello di un “pianeta oceano”, interamente ricoperto d'acqua, oppure quello di un pianeta più arido e con poca acqua: certamente meno di quella che abbiamo sulla Terra ma comunque presente.

Sugli scenari favorevoli alla vita nel Cosmo come quelli di Proxima B relazionerà il Prof. Fulvio Mancinelli, socio del Circolo Culturale Astrofili Trieste, nella conferenza dal titolo "...FORSE SONO LI..." che si terrà Lunedì 6 Novembre 2017, con inizio alle ore 18:30 presso la sala "Centro Natura", sita nel comprensorio scout "Alpe Adria", Loc. Campo Sacro, 381 Prosecco-Trieste (Bus 44 Trieste Trasporti).

 

COSTO INGRESSO NON SOCI CCAT: € 5,00

Per informazioni sulle attività del Circolo:

www.astrofilitrieste.it
https://www.facebook.com/astrofilitrieste/

Segreteria:

info@astrofilitrieste.it

Programma conferenze NOVEMBRE 2017:

Lunedì 30 Ottobre 2017, ore 18:30

"RESTI DI SUPERNOVAE, ASSOCIAZIONI STELLARI E REGIONI HII NELLA GRANDE NUBE DI MAGELLANO"

COSTO INGRESSO NON SOCI CCAT: € 5,00

Per informazioni sulle attività del Circolo:

www.astrofilitrieste.it
https://www.facebook.com/astrofilitrieste/

Segreteria:

info@astrofilitrieste.it

Lunedì 16 Ottobre 2017, ore 18:30

"IL MULTIVERSO QUANTISTICO"

Stando alla teoria dell’inflazione cosmica, secondo la quale l’Universo delle origini si sarebbe espanso esponenzialmente subito dopo il Big Bang, il nostro Universo sarebbe parte di un più vasto cosiddetto "Multiverso". In tale scenario multidimensionale, tutti gli eventi che accadono nel nostro Universo si verificano però infinitamente, particolarità che annulla la validità della teoria stessa. Tale problema si può risolvere considerando il Multiverso come equivalente ad un concetto della meccanica quantistica, detto "interpretazione dei molti mondi", in cui si ipotizza che il nostro Universo sia solo uno dei tanti che coesistono nello spazio di probabilità piuttosto che in un solo spazio reale.

Su questo ed altro ancora relazionerà il Prof. Edoardo Bogatec, socio del Circolo Culturale Astrofili Trieste, nella conferenza dal titolo "IL MULTIVERSO QUANTISTICO" che si terrà Lunedì 23 Ottobre 2017, con inizio alle ore 18:30 presso la sala "Centro Natura", sita nel comprensorio scout "Alpe Adria", Loc. Campo Sacro, 381 Prosecco-Trieste (Bus 44 Trieste Trasporti).

 

COSTO INGRESSO NON SOCI CCAT: € 5,00

Per informazioni sulle attività del Circolo:

www.astrofilitrieste.it
https://www.facebook.com/astrofilitrieste/

Segreteria:

info@astrofilitrieste.it

17/10/2017: fieri di essere pronti divulgatori di notizie di rilevanza importante in ambito astronomico: ieri 16/10 di pomeriggio, a meno di sole due ore dallo storico annuncio congiunto rilasciato ieri pomeriggio da ESO, ESA, NASA e LIGO-VIRGO al Circolo Culturale Astrofili Trieste veniva già presentata l'importantissima scoperta della rilevazione di onde gravitazionali lo scorso 17 agosto e di un lampo gamma rilevato solo 2 secondi più tardi da telescopi in orbita: il più breve fino ad oggi registrato. Eventi che sono stati prodotti da una "kilonova", particolare tipo di esplosione stellare indotto dalla fusione di due stelle di neutroni. Si tratta della prima storica prova di questo raro fenomeno celeste ad essere rilevato, precedentemente teorizzato. Il tutto, accaduto nella galassia NGC4993 (Hya), a 130 milioni di anni luce: proprio la relativa "vicinanza" di questo oggetto ha permesso la rilevazione dell'onda gravitazionale, di minore intensità rispetto alle altre tre precedentemente rilevate, prodotte in questi altri casi dalla fusione di buchi neri massicci in galassie lontane miliardi di anni luce. L'evento esplosivo in questione è stato osservato anche dai telescopi ESO, che hanno potuto rilevare l'affievolimento e la seguente sparizione della kilonova nel giro di una sola settimana dall'apparizione, con relativo arrossamento (sequenza nell'immagine sotto). Di seguito, la rilevazione spettroscopica di alcuni isotopi rari di elementi pesanti prodotti esclusivamente tramite il cosiddetto "processo r" - fino ad oggi solo teorizzato - che può avvenire solamente in condizioni di estrema densità come l'interno delle stelle di neutroni, è stata l'ulteriore prova che proprio due stelle di questo tipo, fuse tra loro, sono state le responsabili di quanto osservato.

Lunedì 16 Ottobre 2017, ore 18:30

"ASPETTI SALIENTI DEL CIELO D'AUTUNNO"

Il cielo stellato autunnale offre allo star-gazer uno dei panorami più belli che il cielo stellato possa offrire durante il corso dell'anno, sia per la presenza della Via Lattea allo zenith, ormai visibile solo da luoghi lontani da aree urbane, che per quella di due gruppi di costellazioni: la cosiddetta "famiglia reale", costituita dalle mitiche figure di re Cefeo, la regina Cassiopea, la principessa Andromeda, l'eroe Perseo, il cavallo alato Pegaso e il mostro marino; e il gruppo cosiddetto "acquatico", dato dai Pesci, dall'Acquario e dal Pesce Australe, retaggio di antiche tradizioni che associavano l'opposizione di tali figure al periodo più piovoso dell'anno. All'interno delle plaghe celesti occupate da tali figure sono presenti alcuni tra gli oggetti celesti più noti e fotografati quali la grande galassia di Andromeda, il doppio ammasso stellare di Perseo, la galassia del Triangolo, la nebulosa Elica ed altri ancora, ognuno con particolari caratteristiche fisiche che hanno contribuito alla conoscenza delle leggi fisiche che regolano il Cosmo; ma anche costellazioni meno note contengono un grande numero di peculiarità, target dei telescopi.

Di questo e delle caratteristiche salienti di stelle ed oggetti celesti visibili in questo periodo relazionerà Stefano Schirinzi, Presidente del Circolo Culturale Astrofili Trieste, nella conferenza dal titolo "ASPETTI SALIENTI DEL CIELO D'AUTUNNO" che si terrà Lunedì 16 Ottobre 2017, con inizio alle ore 18:30 presso la sala "Centro Natura", sita nel comprensorio scout "Alpe Adria", Loc. Campo Sacro, 381 Prosecco-Trieste (Bus 44 Trieste Trasporti).

 

COSTO INGRESSO NON SOCI CCAT: € 5,00

Per informazioni sulle attività del Circolo:

www.astrofilitrieste.it
https://www.facebook.com/astrofilitrieste/

Segreteria:

info@astrofilitrieste.it

Lunedì 9 Ottobre 2017, ore 18:30

"ASTRONAVE TERRA - 1a parte"

Terzo pianeta del Sistema Solare in ordine di distanza dal Sole, la Terra è il solo pianeta a rientrare nella cosiddetta fascia di abitabilità, area nella quale le condizioni fisiche di un corpo ivi presente permettono lo sviluppo della vita; la temperatura e la pressione alla superficie, la distanza dal Sole, la composizione dell'atmosfera e la presenza di acqua e la grande varietà ed attività geologica sono infatti parametri unici in tutto il Sistema Solare. La Terra si muove nello spazio lungo la sua orbita con una velocita' media di 30 Km/s e il raggio medio di questa, pari a circa 150 milioni di chilometri, determina la detto “Unita' Astronomica”, unità base delle metriche in Astronomia. Nel corso degli ultimi secoli, matematici ed astronomi hanno cercato prove sulla stabilità dei moti planetari in tutto il Sistema Solare, stabilendo che l'orbita della Terra sarà relativamente stabile per un lunghissimo periodo.

Su questo ed altro ancora relazionerà Giovanni Chelleri, socio del Circolo Culturale Astrofili Trieste, esperto in planetologia, nella conferenza dal titolo "ASTRONAVE TERRA - 1a parte" che si terrà Lunedì 2 Ottobre 2017, con inizio alle ore 18:30 presso la sala "Centro Natura", sita nel comprensorio scout Alpe Adria, Loc. Campo Sacro, 381 Prosecco-Trieste (Bus 44 Trieste Trasporti).

 

COSTO INGRESSO NON SOCI CCAT: € 5,00

Per informazioni sulle attività del Circolo:
www.astrofilitrieste.it
https://www.facebook.com/astrofilitrieste/

Segreteria:
info@astrofilitrieste.it

Il Circolo Culturale Astrofili Trieste presenta: "NEL BUIO DEGLI ANNI LUCE"

Da Mercoledì 4 Ottobre, il Circolo Culturale Astrofili Trieste approda in radio, nientepopodimeno che con un APPUNTAMENTO RADIOFONICO FISSO, a cadenza SETTIMANALE, su "RADIO FRAGOLA" (Fm 104.5 - 104.8), storica emittente triestina.


In diretta OGNI MERCOLEDI' DALLE 21:30 ALLE 22:30 andrà in onda “NEL BUIO DEGLI ANNI LUCE”, programma dedicato all’affascinante mondo dell’Astronomia e alle attività del Circolo Culturale Astrofili Trieste, condotto dal Presidente Stefano Schirinzi.
Il cielo stellato come appare, il Sole e il Sistema Solare, le stelle e la loro vita, gli ammassi stellari, le nebulose, le galassie, le leggi fisiche che governano il Cosmo, l’Astronautica e le missioni spaziali, la vita nell’Universo, informazioni e consigli sull’uso dei telescopi e l’astrofotografia: questi ed altri ancora gli argomenti discussi, con la partecipazione di ospiti del Circolo Culturale Astrofili Trieste ed altri esperti del settore.

L'ascolto del programma via STREAMING è possibile al seguente link:

http://www.radiofragola.com/nel-buio-degli-anni-luce/

clickando sul pulsante "ASCOLTACI ON-LINE", situato in alto nella pagina.

Domani sera, primo storico appuntamento di questa nuova esperienza per la quale il Circolo Culturale Astrofili Trieste rivolge un sentito ringraziamento allo staff di Radio Fragola per la preziosa collaborazione.

Stay tuned!

Lunedì 2 Ottobre 2017, ore 18:30

"PIANETA VENERE: UN MONDO INFERNALE"

Venere è, dopo Mercurio, il pianeta più vicino al Sole e il sesto, per dimensioni, del Sistema solare, con un diametro appena più piccolo di quello della Terra e assieme a Marte e Mercurio fa parte dei pianeti rocciosi. Dopo il Sole e la Luna, il corpo celeste più luminoso visto dalla Terra e l'unico, a parte i primi due, che può essere avvistato anche in pieno giorno, sia pure in condizioni particolari (cielo particolarmente terso e posizione di elongazione massima dal Sole). Con Marte, è uno dei due pianeti "vicini" alla Terra, orbitando attorno al Sole ad una distanza media di circa 108 milioni di chilometri (la Terra dista dal Sole circa 150 milioni di chilometri).

L'atmosfera è la più densa fra quelle degli altri pianeti del Sistema solare, ed è costituita essenzialmente da anidride carbonica. La pressione atmosferica è pari a circa 90 volte quella esistente sulla Terra ed il pianeta è ricoperto da una spessa coltre di nubi di acido solforico. L'enorme quantità di anidride carbonica genera inoltre un pronunciato effetto serra che impedisce lo smaltimento del calore, determinando sul pianeta la più alta temperatura superficiale del Sistema Solare (circa 480° C). Non solo la temperatura è addirittura superiore a quella che si raggiunge su Mercurio, ma l'escursione termica tra il giorno e la notte è estremamente ridotta.

Su questo relazionerà Giovanni Chelleri, socio del Circolo Culturale Astrofili Trieste, nella conferenza dal titolo "PIANETA VENERE: UN MONDO INFERNALE" che si terrà Lunedì 2 Ottobre 2017, con inizio alle ore 18:30 presso la sala "Centro Natura", sita nel comprensorio scout "Alpe Adria", Loc. Campo Sacro, 381 Prosecco-Trieste (Bus 44 Trieste Trasporti).

 

COSTO INGRESSO NON SOCI CCAT: € 5,00

Per informazioni sulle attività del Circolo:

www.astrofilitrieste.it
https://www.facebook.com/astrofilitrieste/

Segreteria:

info@astrofilitrieste.it

PROGRAMMA CONFERENZE OTTOBRE 2017

30 SETTEMBRE 2017

DAL CARSO AL COSMOPer chiudere la stagione estiva della Grotta Gigante, SABATO 30 SETTEMBRE alle ORE 19.00 il Circolo Culturale Astrofili Trieste e lo staff della Grotta Gigante Vi aspettano per un appassionante viaggio, in cui due scienze si uniscono in un binomio di fascino e sorpresa...

Potrete così ammirare le meraviglie che cela il sottosuolo per poi uscire a riveder le stelle attraverso i telescopi puntati verso le immensità dell’Universo!

La serata comincerà con la visita guidata alla Grotta Gigante, enorme cavità turistica a sala unica dove si raggiungerà una profondità di 100 mt, ammirandola in tutta la sua vastità e, alzando lo sguardo verso l’alto, rimanendo incantati dalla pioggia di stalattiti che scende dalla grande volta.

Al termine della visita si risalirà in superficie dove gli esperti del Circolo Culturale Astrofili Trieste attenderanno i visitatori per un’affascinante esperienza alla scoperta del firmamento, osservando “live” corpi celesti quali pianeti, stelle ed ammassi stellari, nebulose e galassie.

Per tutti gli appassionati di Carsismo ed Astronomia o per chi si vuole avvicinare a queste realtà per la prima volta, questo è l’evento ideale!

L’evento è a numero chiuso!

Prenotazione obbligatoria inviando un’e-mail a info@grottagigante.it o telefonando allo 040-327312

Per l’occasione, l’ingresso alla Grotta Gigante sarà:

28 SETTEMBRE 2017

SAN DORLIGO SOTTO LE STELLE / DOLINA POD ZVEZDAMI

Centro visite della Riserva Naturale della Val Rosandra a Bagnoli della Rosandra (TS), a partire dalle ore 21:00.

Il Circolo Culturale Astrofili Trieste, in co-organizzazione con il Comune di San Dorligo della Valle / Obcina Dolina, presenta “SAN DORLIGO SOTTO LE STELLE / DOLINA POD ZVEZDAMI”, appuntamento dedicato all'Astronomia e all'osservazione del cielo stellato con i telescopi e delle meraviglie in esso contenute quali Luna, pianeti, costellazioni, stelle multiple ed ammassi stellari, nebulose e galassie; un'affascinante ed istruttiva esperienza “live” per appassionati e curiosi dell'Astronomia con proiezione immagini e spiegazioni fornite dagli esperti soci del Circolo Culturale Astrofili Trieste.

Nell'occasione, verrà spenta l'illuminazione nell'area circostante il Centro visite per consentire l'osservazione del cielo stellato.

Ingresso gratuito

N.B.: in caso di maltempo, la serata si terrà all'interno del Centro visite con le sole proiezioni e relazioni.

Per informazioni:

www.astrofilitrieste.it
www.riservavalrosandra.com
info@astrofilitrieste.it

Lunedì 11 Settembre 2017, ore 18:30

"LE SONDE VOYAGER: I PRIMI 40 ANNI DI VIAGGIO"

Lanciate nel 1977, a poche settimane di distanza l'una dall'altra, le due sonde gemelle NASA Voyager 1 e Voyager 2 hanno battuto ogni record dell’esplorazione spaziale, diventando la missione di più lunga durata e più lontana mai realizzata dall’essere umano. Una storia lunga quattro decenni, che tra il 1977 e il 1990 ha visto i due robot copiere record in successione: il sorvolo a distanza ravvicinata dei quattro pianeti giganti del Sistema Solare esterno: Giove, Saturno, Urano e Nettuno; la scoperta di diverse lune intorno a questi, la prima osservazione degli anelli di Giove, Urano e Nettuno; la scoperta di vulcani attivi oltre la Terra su Io, satellite di Giove, e di geyser su Tritone, satellite di Nettuno; la scoperta di indizi circa la presenza di oceani oltre il nostro pianeta su Europa, satellite di Giove; la rilevazione di un'atmosfera ricca di azoto su Titano, satellite di Saturno. A 40 anni da quel lancio, Voyager 1 e 2 sono ancora in piena attività e continuano a comunicare con la Terra, da cui la separano rispettivamente 21 e 17 miliardi di chilometri, distanze record mai raggiunte da nessun altro manufatto umano. La Nasa prevede di poter mantenere il contatto fino al 2030, quando anche l’ultimo strumento e la radio si spegneranno per esaurimento dei generatori al plutonio. Abbandonate a se stesse, le navicelle proseguiranno poi la loro corsa senza incontrare nessuna stella per altri 40-50 mila anni.

Di questo e della cosiddetta "Missione Interstellare" delle due sonde relazionerà Stefano Schirinzi, Presidente del Circolo Culturale Astrofili Trieste, nella conferenza dal titolo "LE SONDE VOYAGER: I PRIMI 40 ANNI DI VIAGGIO" che si terrà Lunedì 25 Settembre 2017, con inizio alle ore 18:30 presso la sala "Centro Natura", sita nel comprensorio scout "Alpe Adria", Loc. Campo Sacro, 381 Prosecco-Trieste (Bus 44 Trieste Trasporti).

 

COSTO INGRESSO NON SOCI CCAT: € 5,00

Per informazioni sulle attività del Circolo:

www.astrofilitrieste.it
https://www.facebook.com/astrofilitrieste/

Segreteria:

info@astrofilitrieste.it